Mafia: sciolto Sogliano Cavour, è 17mo in sei mesi

Silvestri (Cgil), stillicidio Comuni sciolti, rafforzare norme

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - Il Consiglio dei ministri nei giorni scorsi ha deliberato lo scioglimento per infiltrazioni della criminalità organizzata del comune di Sogliano Cavour, in provincia di Lecce, sulla base degli elementi raccolti dalla commissione di accesso istituita nei mesi scorsi a seguito delle inchieste condotte dalla magistratura. Si tratta del diciassettesimo scioglimento deliberato dal Governo nei primi 6 mesi del 2018, che fa seguito ai 21 scioglimenti decisi lo scorso anno. Negli ultimi 5 anni sono state 79 le Amministrazioni locali sciolte per infiltrazioni mafiose, di cui 37 nella sola Calabria e 7 in Puglia. Il dato lo fornisce Avviso Pubblico, la rete degli enti locali e delle Regioni contro le mafie.
    - "Continua in maniera incessante lo stillicidio di Comuni che vengono sciolti per infiltrazioni mafiose: sono già diciotto nei primi mesi del 2018, dopo i 21 dello scorso anno. Chiediamo al Governo di non abbassare la guardia", commenta Luciano Silvestri, responsabile nazionale Legalità e sicurezza della Cgil. "Quasi sempre - spiega Silvestri - la presenza della criminalità organizzata nella Pubblica Amministrazione si combina con fenomeni di corruzione attraverso sodalizi invasivi che determinano un controllo sull'insieme della società di quel territorio. Gli appalti e gli affidamenti dei servizi - sottolinea - sono lo strumento e il luogo di questa azione criminale". "Per questo - prosegue il dirigente sindacale - al Governo chiediamo di non abbassare la guardia e di rafforzare, piuttosto che pensare di alleggerire, le norme sugli appalti".
    "Abbiamo bisogno di rigore e di controlli per riconquistare condizioni di legalità e riprendere il controllo sociale del territorio. Condizione fondamentale - conclude Silvestri - per garantire sviluppo e occupazione sana".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: